Lettera ai soci

Lettera ai soci

 

Egregi soci,

questo triste e lungo periodo di chiusura sembra non avere termine.

Ogni giorno i riferimenti cambiano e la ripartenza si sposta sempre più avanti nel tempo.

Avendo noi la maggioranza di presenze di persone con oltre 60 anni, dobbiamo garantire alla riapertura una condizione di sicurezza eccellente, augurandoci che tutti i nostri soci abbiano potuto vaccinarsi.

Come sapete la ditta che gestiva il bar, ha disdettato il contratto, ora siamo alla ricerca di un terzo gestore dopo la scomparsa di un avventore che si era proposto e che già aveva preso possesso dei locali.

In questo periodo la Polisportiva sta sopravvivendo con alcune attività commerciali permesse e con la riapertura parziale provvisoria del settore della ginnastica, per le atlete che partecipano a gare per il livello nazionale; tutte le altre attività sono sospese.

Ovviamente le spese superano di gran lunga le entrate, cerchiamo di pagare le utenze  e i fornitori di servizi e lavori dilazionandole in più rate, come farebbe ciascuno di noi se ciò capitasse in famiglia.

Alla riapertura ci troveremo a dover affrontare situazioni gravi di sopravvivenza per cui dovremo fare scelte impegnative di rinnovamento.

Avrà un grande valore sociale la partecipazione alla raccolta fondi, detraibili dalla dichiarazione dei redditi,che si sta organizzando, come gesto di solidarietà,di responsabilità e di partecipazione al mantenimento della nostra Associazione, il resto è ipocrisia.

L’obiettivo è di arrivare ad una rinnovata Polisportiva per i 100 anni dalla fondazione e ci auguriamo di farcela insieme .

Nel 2025 la nostra immagine per la città dovrà essere adeguata alle richieste di nuovi valori sociali e di servizio che la società che esce dalla pandemia richiederà.

Se non pensiamo al futuro, non avremo futuro !

Vi auguriamo una serena Pasqua tra gli affetti famigliari, portando pazienza se ci si dovrà incontrare ancora davanti ad un computer .

A presto.

 

San Faustino li, 3 Aprile 2021                                                             Il Presidente ed il Consiglio Direttivo